canna-da-pesca-roubasienne

Canna da Pesca Roubasienne: ecco le più leggere e performanti.

La pesca alla Roubasienne è celebre per l’utilizzo di lunghissime e leggerissime canne in fibra di carbonio, costruite ad innesti.  La canna da pesca Roubasienne quindi può raggiungere davvero delle lunghezze impressionanti:

  • nelle gare sportive raggiunge una lunghezza massima di 13 metri.
  • fuori dalle gare vengono spesso utilizzate canne da 14 o addirittura 15 metri.

canna da pesca roubasienne

La tecnica come si evince dal nome nasce in Francia, precisamente a Roubaix.

La canna da pesca roubasienne, rigorosamente fissa e quindi senza mulinello, viene fatta scorrere in un rullo folle posto alle spalle del pescatore che così facendo la distenderà completamente.

La lunghezza della lenza è calcolata in base alla profondità di pesca aggiungendo 1,15 metri circa, la lenza deve essere obbligatoriamente più corta della canna, questo è il motivo della smisurata lunghezza di queste particolari canne.

La punta della canna da  pesca roubasienne viene scollegata in fase di recupero del pesce all’altezza della fine della lenza, la punta in questione contiene un elastico che ha il compito di stancare il pesce in fase di combattimento. Questa tecnica di pesca permette molta precisione nel raggiungimento di notevoli distanze dalla riva come nel caso della pesca alla carpa, utilizzando lenze molto leggere potremmo pescare anche in condizioni atmosferiche estreme con pioggia e forte vento.

L’elastico montato nel cimino della canna è la parte più importante di questi tipo di pesca, quando il pesce abbocca ha la funzione di allungarsi ammortizzando l’azione brusca del pesce che cerca di liberarsi. Una volta allamato il pesce si vedrà fuoriuscire dalla punta della canna da pesca l’elastico.

 


 

Come scegliere una  canna da pesca Roubasienne? Tipo di canna.

Esistono vari tipi di canne da  Roubasienne, la distinzione viene fatta in base al tipo di preda che si vuole catturare ed alla sua stazza, sono disponibili canne da pesce bianco, da carpodromo e le all-round dette anche  linee intermedie.

 

Canna da pesca roubasienne, da bianco:

La canna da pesce bianco è la più costosa e pregiata sul mercato, è un attrezzo molto delicato e non è adatto a catture di medie dimensioni come i carassi oltre i 200 grammi, carpe di piccola e media dimensione oppure brèmes.

 

Canna da pesca roubasienne,  da carpodromo:

Le canne di questo tipo sono nate per poter essere stressate. In una sola battuta di pesca in  carpodromo, infatti, dovranno essere in grado di catturare parecchi chili di pesce. Tutto questo è possibile perché dotate di sezioni rinforzate ed elastici sostenuti.

 

Canna da pesca roubasienne, all-round:

Sono canne roubaisienne di tipo intermedio e sono già fornite al momento dell’acquisto da minimo 3 punte, una per il pesce bianco con la quale monteremo elastici 0,8-0,96 mm, una universale un po per tutti gli  utilizzi con elastico 0,96-1,4mm ed infine una per le grosse prede come le carpe con elastici da 0,96  fino a 1,4mm.

 

Quando questa pesca era da poco venuta alla ribalta era appannaggio di chi poteva acquistare canne molto costose, la ricerca di nuovi materiali e la sua diffusione hanno portato ad un abbassamento dei prezzi, consentendo di  avere una buona canna da pesca con una spesa contenuta ed accessibile a tutti; marche come Colmic, Trabucco, Maver, Shimano, Tubertini, Milo sono fra le più conosciute ed affidabili, sono disponibili modelli che vanno da quelli più economici per chi si avvicina per la prima volta a questo tipo di pesca sino a chi la pratica a livello agonistico.

 

L’attrezzatura prevede sempre un rullo di buona qualità ed un banchetto di pesca, senza il quale la pesca e la gestione della lunga canna risulterebbe complicata.

 

 

 

Category: CANNA DA ROUBASIENNE

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Carlo Campione