canna da carpfishing

Canna da carpfishing: quali scegliere per non sbagliare?

Il Carpfishing è un tipo di pesca originaria dell’Inghilterra che ha preso piede in Italia solo di recente. E’ indicata per la cattura di carpe di grandi dimensioni in battute di pesca molto lunghe che possono durare anche tre giorni. Il segreto del successo passa anche attraverso l’utilizzo di una buona canna da carpfishing.

canna da carpfishing

La scelta di una canna da Carpfishing, infatti, è un operazione fondamentale, che richiede davvero tanto impegno a seconda del suo utilizzo.

Una buona canna da pesca deve adattarsi a 2 fattori:

  • in quale acque hai intenzione di utilizzarla
  • la tua corporatura fisica

 

Canna da Carpfishing: come sceglierla per dimensioni?

Le dimensioni della canna da pesca, come vedremo, dipendono essenzialmente dall’ambiente di pesca.

Il mercato di oggi offre essenzialmente 2 misure “più utilizzate” di canne, da:

  • 12 piedi
  • 13 piedi


Canna da Carpfishing: 12 piedi.

Questa canna corrisponde a 3,6 metri.

Questa misura viene comunemente definita allround in quanto è utilizzabile in quasi tutti gli ambienti di pesca ed indipendentemente dalla stazza del pescatore.

Canna da Carpfishing: 13 piedi.

Corrisponde a 3,9 metri.

E’ una canna da lancio adatta a pescatori sopra il metro e ottanta di altezza.

 

Canna da Carpfishing: altre dimensioni.

Sul mercato, ci sono poi altre lunghezze di canne da pesca, ma servono per usi ben specifici.

La 12,6 piedi (3,75 metri), ad esempio, è la preferita da chi vuole una canna allround con una spiccata propensione al lancio.

Le canne più corte da 9, 10 e 11 piedi (3,3, 3 e 2,7 metri), invece, nascono per essere utilizzate dalla barca oppure nella pesca a stalking dove gli spostamenti veloci per inseguire il pesce sono molto frequenti.

Per principianti: Kit carpfishing 3 canne + 3 mulinelli con baitrunner

 

Canna da Carpfishing: come sceglierla per peso?

Il peso della canna da  Carpfishing, a differenza della altre, non viene misurata in chilogrammi ma in libbre e vanno da un minimo di 1,75 libbre a un massimo di 5,5.

Una canna da pesca da 2 libbre abbisogna di zavorra per  907 grammi (453,5 grammi, ovvero una libbra, moltiplicato per due) per potersi piegare a 90°.

 

Il peso determina l’uso che faremo della canna da carpfishing.

  • da 1,5 a 2,5 libbre: sono canne per  la pesca “leggera”, per spazi molto piccoli, distanze minime e senza l’utilizzo di zavorre pesanti. Sono al contempo canne da pesca molto facili da usare e molto divertenti, perché permettono di sentire più facilmente il pesce che cerca di liberarsi. Alcuni modelli nascono per la pesca a galla e sono molto più morbide e paraboliche di quelle di pari dimensioni e peso nate per la pesca a fondo;
  • da 3,25 e 3,50 libbre: nascono per le lunghe distanze, sono molto dure e potenti, sono perfette nei casi in cui le carpe si nascondono negli anfratti del fondali per fuggire alla cattura.
    Vanno bene per la pesca con i sacchetti di Pva a distanze medio-lunghe.
  • da 2,75 libbre: perfette per distanze medio-corte anch’esse molto divertenti nel combattimento con il pesce.
  • 3 libbre: sono le canne allround per eccellenza, sono utilizzabili per qualunque distanza ma sono molto rigide e non particolarmente divertenti nel loro utilizzo.
  • da 3,75 – 4,5: sono le canne per i fondali particolarmente accidentati e ricchi di scappatoie per le carpe, si possono utilizzare sacchetti di Pva molto pesanti fino a 2 etti a distanze molto lontane dalla riva.
  • da 5 libbre in su: Queste canne sono denominate spod rod , nascono per la pasturizzazione con i rocket e gli Spomb, i pasturatori da lancio. Sono le canne più dure sul mercato e lanciano zavorre anche di 0,25 Kg. Non sono idonee al combattimento perché poco sensibili nella piega.

 

Canna da pesca Catana CX Specimen

Canna da pesca per carpfishing con mulinello wit 5443,10 g 12lb Line Runner ()

 

Canna da Carpfishing: come sceglierla per statura del pescatore?

 La regola base consiglia ai pescatori sotto i 1,75 metri di non usare le canne da 13 piedi.

Tutto infatti dipende dal lancio, più ampio sarà l’arco fatto dalla canna più lungo sarà il lancio.

Fox Torque Rod 12 piedi 3lbs

Tribal Supressa 12′ 3,25 lb

Canna da Carpfishing: come sceglierla in base all’azione?

Le canne da Carpfishing hanno tre tipi di azione:

  • paraboliche
  • progressive
  •  di punta

Ad ogni azione corrisponde una tecnica di pesca diversa e ben precisa.

 

Canna da Carpfishing: azione parabolica.

Le canne da pesca con azione parabolica hanno un arco omogeneo, quando il pesce abbocca piega la canna in tutta la sua lunghezza sino al manico.

Sono considerate delle canne molli in quanto vibrano parecchio prima di tornare nella posizione originaria, sono il modello più antico.

Le canne paraboliche sono canne divertenti, vengono infatti chiamate playing, sono morbide e particolarmente sensibili, con esse il combattimento con la carpa anche piccola sarà entusiasmante.

Non sono adatte per le lunghe distanze o in situazioni estreme come il caso di fondali ricchi di insenature dove i pesci si possono facilmente rifugiare.

 

Canna da Carpfishing: azione progressiva.

Le canne da pesca con azione progressiva sono simili alle  paraboliche, ma presentano un manico molto rigido, rimangono morbide solo fino a quando la canna non raggiunge la giunzione fra i primi due pezzi dove si trova il mulinello.

Una volta raggiunto infatti divengono particolarmente rigide.

Al momento le moderne progressive sono le canne più diffuse sul mercato.

 

Canna da Carpfishing: azione di punta.

 

Le canne da pesca con azione di punta  sono canne rigide, nate per lanciare lontano a grandi distanze, sono rigide in tutta la loro lunghezza tranne la punta che è l’unica parte flessibile.

Vengono comunemente chiamate fast e denominate con la sigla LD long distance”, basta simulare un lancio per constatare che vibrano pochissimo e che tornano velocemente nella posizione originaria.

 

Le canne da carpfishing paraboliche e progressive sono le più indicate ai neofiti che da poco si sono avvicintati a questa tipologia di pesca.

Sono canne che  “perdonano” gli errori in fase di lancio e cattura. 

Una frizione del mulinello troppo chiusa, il cattivo posizionamento della canna o l’utilizzo della treccia al posto del nylon, infatti, non saranno errori imperdonabili.

 

Canna da Carpfishing: come sceglierla in base agli anelli?

Una caratteristica molto importante da tenere in considerazione quando scegliamo la nostra canna da carpfishing è la scelta degli anelli adottati.

Il comune utilizzo di fili trecciati richiedono agli anelli utilizzati per questo stile di pesca una estrema resistenza allo sfregamento.

Le lenze a treccia non sono lisce come i monofili in nylon, ma sono dei veri e propri seghetti.

Il continuo sfregamento provoca il surriscaldamento e conseguente taglio degli anelli, inevitabile in caso di anelli economici e non di buona qualità.

I materiali più moderni come il carburo di silicio (SiC)  fanno in modo che l’anello non si surriscaldi e danneggi.

Gli anelli a ponte singolo sono quelli utilizzati in passato ed ormai quasi caduti in disuso, hanno il vantaggio di donare maggiore sensibilità alla canna in quanto hanno un solo perno di appoggio e la rendono meno rigida, sono tuttavia molto delicati.

Gli anelli a ponte doppio sono più moderni ed ormai adottati da quasi tutti i pescatori, sono più resistenti all’usura ma irrigidiscono il fusto della canna.

Il diametro del primo anello è un tema molto dibattuto, stiamo parlando dell’anello subito dopo il mulinello, da sempre si è dibattuto se l’anello da 50 millimetri aiutasse a lanciare più lontano?

La risposta è affermativa, ma solo utilizzando una canna dall’azione idonea ed un mulinello con un perfetto imbobinamento.

La loro adozione è nata dall’utilizzo di mulinelli big pit con una grande bobina tipici delle canne da surfcasting.

 

 

 

 

Category: CANNA DA CARPFISHING

Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Article by: Carlo Campione